<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id= 333487717291332&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Contattaci allo 031 225 9346 Richiedi Preventivo Gratuito

4 criteri essenziali per scegliere la stampante per ufficio

4 criteri per scegliere la stampante

Vogliamo proporvi oggi quattro criteri che consideriamo essenziali per la scelta della stampante perfetta per il vostro ufficio o la vostra organizzazione.

In generale, la scelta della stampante per ufficio dovrebbe sempre sottostare a valutazioni attente che prendano in esame non soltanto il prezzo, ma anche la qualità e la durabilità della macchina, la sua gestione, la sua performance e persino le sue dimensioni.

Tuttavia, esistono conditio sine qua non che non possono essere ignorate e che dovrebbero, al contrario, essere considerate preliminari.

Scopriamo dunque insieme quattro criteri irrinunciabili per la scelta della stampante per ufficio più adeguata, specialmente in considerazione del fatto che una recente ricerca condotta da Digital360 per conto di Epson ha evidenziato come le necessità di stampa delle aziende non siano affatto diminuite, al contrario.

Anche negli uffici moderni continua dunque ad esistere la necessità di procedere alla stampa di documenti. Ciò che rispetto al passato è cambiato sono tuttavia le esigenze di stampa e, proprio in funzione di essere, anche le discriminanti che portano alla scelta di una stampante piuttosto che un’altra.

Il primo criterio che le aziende riferiscono riguarda i costi di gestione della stampante, in assoluto una delle voci più rilevanti. Per costi di gestione si intende in questo caso l’investimento economico che l’azienda dovrà sostenere per mantenere l’attrezzatura al massimo della sua efficienza. Tali costi includono generalmente le spese di manutenzione e l’acquisto di materiali consumabili come toner e carta.

Il secondo criterio essenziale per scegliere la stampante per ufficio riguarda l’affidabilità e la minimizzazione dei fermi macchina. Come è facile comprendere, si tratta di una discriminante fortemente legata alla qualità dell’attrezzatura. A fronte di quello che potrebbe sembrare un investimento economico maggiore in fase iniziale, sia che la stampante venga noleggiata che acquistata, la scelta di una macchina di ottima fattura influisce in modo significativo sul risparmio successivo.

È poi importante sottolineare che il terzo criterio di scelta per la stampante da ufficio riguarda la possibilità di noleggio. Secondo la ricerca di Digital360, infatti, soltanto il 16% delle cento aziende italiane intervistate (con un parco stampanti che va da meno di 50 a oltre 500 unità e un numero di dipendenti compreso tra 250 e oltre 1.000) opta per una stampante di proprietà. La stragrande maggioranza delle imprese preferisce invece i vantaggi garantiti dal noleggio operativo e di stampa gestita (MPS, Managed Print Service) dai produttori o dai rivenditori.

Infine, l’ultimo ma non meno importante criterio di scelta è fortemente influenzato dall’impronta ecologica della macchina. Il concetto di sostenibilità ambientale diventa, giustamente, sempre più importante tanto che il 67% delle aziende ritiene assolutamente necessario ridurre l’impatto legato all’utilizzo delle stampanti in ufficio. In termini pratici, ciò avviene non soltanto tramite la scelta di macchine evolute a basso consumo e massima ottimizzazione operativa, ma anche attraverso abitudini virtuose come il riciclo della carta, dell’hardware e la gestione delle code di stampa con la possibilità di annullare gli invii pregressi.